C’è un mondo sotto la superficie di Berlino davvero affascinante. No, non mi riferisco alle visite guidate nei bunker. Il mondo sotterraneo a cui mi riferisco sono le stazioni della U-Bahn berlinese, ovvero la metropolitana di Berlino.

Le stazioni della metropolitana di Berlino sono spesso al centro delle mie esplorazioni urbane. Ognuna di esse è unica nel suo genere e molte sono vere e proprie opere d’arte e di architettura che raccontano anche la storia del quartiere in cui si trovano.

Se ami uscire dai soliti percorsi, questo sarà un percorso insolito ed affascinante!

 

Stazione Altstadt Spandau

 

Dettagli e Curiosità della U-Bahn

Piastrelle colorate, colonne metalliche, ornamenti in ceramica: fin dall’inizio della costruzione della U-Bahn berlinese, ogni stazione è stata progettata con un design distintivo. Non troverai mai due stazioni identiche, rendendo facile per i passeggeri identificare la loro posizione semplicemente osservando l’architettura.

Di 175 stazioni della metropolitana, ben 101 sono protette come patrimonio culturale. Una ricchezza culturale spesso trascurata dai turisti.

Se desideri una prospettiva unica sulla città, ti consiglio di esplorare queste stazioni. E se ami la fotografia, saranno un vero paradiso per te!

L’Architetto Dietro le Stazioni: Rainer G. Rümmler

Tra le stazioni più affascinanti, 14 si trovano sulle linee U7 e U8, tutte progettate dallo stesso architetto: Rainer G. Rümmler. Il suo lavoro sull’estetica delle stazioni e sulla funzionalità del sistema ha avuto un impatto significativo, rendendo la metropolitana di Berlino non solo un mezzo di trasporto, ma anche un’opera d’arte in termini di design e architettura.

Ma prima di addentrarci in questi capolavori, scopriamo un po’ di storia della metropolitana di Berlino.

 

Stazione Rathaus Spandau

La Metropolitana di Berlino: Storia e Significato

La metropolitana di Berlino, conosciuta localmente come “U-Bahn”, non è soltanto un sistema di trasporto, ma rappresenta una viva testimonianza storica che ha attraversato i momenti più significativi e tumultuosi della storia del XX secolo.

Le origini della U-Bahn risalgono alla fine del XIX secolo, quando Berlino era in rapida espansione e necessitava di un sistema di trasporto efficace per collegare le sue crescenti periferie al centro città.

Il 18 febbraio 1902, a Berlino, entrò finalmente in funzione la prima metropolitana della Germania. La linea era lunga circa undici chilometri e trasportava i passeggeri da Stralauer Tor a Potsdamer Platz. Fu costruita da Siemens, dal suo co-partner Halske e dalla Deutsche Bank.

Lo sviluppo tecnico della metropolitana di Berlino fu interrotto dalla Seconda Guerra Mondiale. I pesanti bombardamenti aerei su Berlino avevano avuto ripercussioni anche sulla metropolitana. Molti vagoni erano stati distrutti, alcune stazioni erano solo rovine. Molte persone utilizzarono i tunnel sotterranei come riparo da ulteriori incursioni aeree.

Tuttavia, la metropolitana non si fermò quasi mai. I tratti ancora percorribili continuarono a essere utilizzati anche durante la guerra.

Il periodo successivo alla guerra ha segnato la divisione della città tra Berlino Est e Berlino Ovest, con il muro di Berlino eretto nel 1961. Questa divisione ha avuto un impatto significativo sulla U-Bahn: alcune linee furono interrotte, mentre altre stazioni divennero “stazioni fantasma”, attraversate dai treni senza mai fermarsi.

Con la caduta del Muro nel 1989, la metropolitana ha giocato un ruolo fondamentale nella riunificazione della città, riconnettendo quartieri precedentemente divisi.

 

Stazione Jungfernheide

 

4 stazioni della linea U8 da visitare

La U8 si ferma in 24 stazioni, il percorso della linea metropolitana di Berlino si estende per poco più di 18 chilometri da Wittenau a nord a Hermannstraße a Neukölln. Durante gli anni del Muro di Berlino, i treni  passavano attraverso stazioni fantasma nel territorio della DDR. Oggi, la U8 va da Wittenau attraverso Reinickendorf, Wedding e Mitte fino a Neukölln. È una delle arterie principali della città.

Stazione Lindauer Allee

Come tutte le stazioni di questa parte della linea, la stazione ha un design colorato. L’architetto Rainer G. Rümmler lo ha utilizzato per fare riferimento al nome o ai dintorni, scegliendo i colori verde, viola, azzurro e giallo con alberi di tiglio stilizzati.

Una stazione con un propria loggia da cui si possono ammirare i treni in arrivo e in partenza come se i binari fossero il suo palcoscenico: una rarità a Berlino.La stazione di Lindauer Allee, inaugurata nel 1994, è un gioiello della linea U8.

 

Lindauer Allee

 

Stazione Paracelsus-Bad

Il nome della stazione, inaugurata nel 1987, deriva dalle vicine Terme di Paracelsus (chiuse per restauro).

Anche questa stazione è stata progettata dall’architetto Rainer G. Rümmler.  La stazione è un gioiello che combina l’Art Déco con pareti che ricordano le piscine in forma stilizzata grazie al disegno delle pareti in piastrelle sanitarie bianche, così come le colonne raffigurate sulle pareti ricordano le terme romane. Il soffitto è ricoperto da un motivo quadrato di travi di legno e le colonne al centro della passerella ricordano quelle di una piscina. Le lampade sul soffitto, che rappresentano delle stalattiti sono un’attrazione.

 

Stazione Parcelusbad

 

Stazione Residenzstraße

Per questa stazione, inaugurata nel 1987, Rainer Rümmler si è ispirato al nome della via Residenzstraße e ha quindi considerato l’aspetto di Berlino come città residenziale.

Così qui è romana, con murales dall’aspetto antico e una combinazione di colori che dovrebbe ricordare la carta ingiallita. Anche l’illuminazione dei soffitti stuzzica l’appetito per lo splendore regale: ricorda le grandi sale di soggiorno. Quando si esce dalla stazione, ci si trova una stile completamente diverso: La Weiße Stadt (la città bianca) è un insediamento Bauhaus e dal 2008 è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

 

Stazione Residenzstrasse

 

Stazione Franz-Neumann-Platz (Am Schäfersee)

Il tema del design interno, realizzato dall’architetto Rainer G. Rümmler, è il lago Schäfersee, situato nell’immediata zona occidentale soprastante. Sulle pareti sono raffigurati alberi e uccelli colorati, mentre la pedana è realizzata nei toni della terra. Ai supporti centrali, che corrono fino al soffitto, sono fissati dei binari di plastica gialli e le strisce allungate agli angoli sono anch’esse rivestite di verde, in modo che i supporti centrali rappresentino degli alberi.

 

Stazione Franz Neumann

 

8 Stazioni della linea U7 da non perdere

La U7 è la linea da record di Berlino. La distanza totale (attualmente) di 31,8 chilometri la rende non solo la linea più lunga della capitale, ma anche la più lunga linea metropolitana completamente sotterranea della Germania. Ben 40 stazioni tra Spandau e Rudow.

 

Stazione  Rathaus Spandau

Il progetto di Rainer G. Rümmler per questa stazione, inaugurata nel 1984, è decisamente monumentale. Colonne decorate in stile postmoderno e lampade particolari ma nobili rendono la stazione inconfondibile. Ci sono due binari centrali e una galleria che domina l’intera stazione.

Impressionanti sono le colonne portanti della stazione,in basso, sono rivestite di granito nero lucido; in alto, sono ornate da ornamenti dorati e superfici verde smeraldo prima di aprirsi a ventaglio a forma di imbuto angolare. Sono proprio queste forme a ricordare un magnifico luogo di culto.

 

Stazione Rathaus Spandau Berlino

 

Stazione  Altstadt Spandau

La stazione della metropolitana Altstadt Spandau e’ stata inaugurata nel 1984 e si trova sotto l’omonima Altstadt (citta’ antica di Spandau) nel quartiere di Spandau.

La stazione, come la stazione di Rathaus Spandau, è stata progettata in modo molto sfarzoso e ostentato da Rainer G. Rümmler.

 

Stazione Altstadt Spandau Berlino

 

Stazione Zitadelle

Anche questa stazione è stata aperta nel 1984. Qui il riferimento alla Zitadelle (La fortezza di Spandau) è evidente. Le pareti della stazione sotterranea sono interamente rivestite di mattoni rossi e le colonne che sostengono il soffitto sono massicce. Il soffitto è in legno e le porte ricordano le porte di un castello. Anche le panchine sono incastonate in bassi muri di pietra. Sul muro della stazione sono appese mappe della città e foto di personaggi della città di Spandau che fino al 1920 (la data della creazione della metropoli Berlino “Gorß-Berlin”) era una città indipendente.

 

Stazione Zitadelle

 

Stazione Paulsternstraße

Rainer G. Rümmler si è ispirato per questa stazione, inaugurata nel 1984, al paesaggio che caratterizzava il luogo in superficie. Chi viaggiava in carrozza 200 anni fa in questa zona incontrava fiori, alberi, boschi e prati. E stelle. E tutto cio’ e’ riprodotto sulle pareti e sui pilastri della stazione.

Scendere alla stazione di Paulsternstraße è un po’ come entrare in un bosco incantato.

 

Stazione Paulsternstrasse Berlino

 

Stazione Siemensdamm

Inaugurata nel 1980 questa stazione è un chiaro omaggio a Werner von Siemens, una figura centrale nella costruzione della metropolitana di Berlino. Non è solo una semplice stazione, ma un’opera d’arte e un tributo alla storia. I murales circolari che adornano la stazione raffigurano molte delle innovazioni di Siemens. Un dettaglio particolarmente notevole è il nome della stazione sulle pareti, stilizzato nello stile del marchio Siemens del 1936, dando un tocco retrò e autentico all’intera struttura.

Un’altra particolarità di questa stazione è che è stata progettata non solo come un punto di transito, ma anche come rifugio in caso di guerra o catastrofe.

La stazione ha anche installazioni per garantire la sopravvivenza in situazioni estreme, come torri di filtraggio dell’aria e generatori di corrente. In un tale scenario, la stazione potrebbe ospitare e sostenere fino a 4.500 persone

 

Stazione Siemensdamm

 

 Stazione Richard-Wagner-Platz

Nel 1978 apre questa stazione della metropolitana che sostituisce la precedente costruita nel 1906. iI giallo solare e il blu scuro dominano la stazione e le pareti sono decorate con 36 dipinti su ceramica con motivi tratti dalle opere opere di Wagner.in un gioco di mosaici.

 

Stazione Richard Wagner Strasse

 

Stazione Konstanzer Straße

Il termine che meglio descrive il design della stazione della metropolitana di Konstanzer Straße è probabilmente: dinamico.

Le bande colorate sulle pareti della stazione corrono così dritte e lunghe che si ha quasi la sensazione di essere risucchiati all’interno della stazione metropolitana, verso il punto di fuga.

Per la stazione di Kostanzer Straße, inaugurata nel 1978, Rümmler ha utilizzato una combinazione di colori che possono rimandare allo stemma della città di Costanza da cui la via prende il nome. Tuttavia, i colori giallo e arancione non compaiono nello stemma della città.

 

Stazione Konstanzerstrasse

 

Stazione Fehrbelliner Platz

Questa stazione è stata aperta nel 1971. Questa volta Rümmmler ha creato un forte contrasto con la zona in superficie. Il padiglione d’ingresso e i colori che lo caratterizzano, donano un aspetto di stile pop-art che si contrappone all’architettura nazista che lo circonda.

Per questo suo aspetto l’ingresso della stazione di Fehrbelliner Platz e’ soprannominato “Piattaforma petrolifera” (Bohrinsel).

 

Stazione Fehrbellinerplatz

 

 

 

Lascia un commento





20 − diciotto =