Se stai cercando informazioni su quali siano i migliori quartieri di Berlino e, soprattutto, quali visitare…noi di Berlin Kombinat Tour possiamo esserti di grande aiuto: ecco una guida per orientarsi nella capitale tedesca

Informazioni di base su Berlino

Prima di organizzare il tuo programma di visite a Berlino, è opportuno tenere conto di questa premessa: Berlino non ha un vero e proprio centro.

La capitale tedesca ha una struttura particolare che la rende unica. Berlino è composta da 12 distretti (Bezirk), ogni distretto è costituito da diversi quartieri (Ortsteil) per un totale di 97!

Con una riforma amministrativa che risale al 1920 nasce la metropoli di Berlino (una delle aree urbane più estese d’Europa) che oggi conosciamo formata dall’insieme di città e paesi. Ad oggi, ogni quartiere di Berlino è un luogo a sé con una sua propria identità, storia, stile di vita, struttura urbana e architettonica e composizione della popolazione. Per questo motivo, muoversi all’interno di Berlino è un continuo viaggio fra località ed esperienze diverse.

Una caratteristica dei berlinesi: sembrerà strano, ma tendono a muoversi prettamente nel proprio quartiere.

Ogni quartiere è sostanzialmente un centro di Berlino. Il quartiere di Mitte che fa parte dell’omonimo distretto, è considerato il “centro turistico”, perché è qui che si trovano molti edifici e monumenti dell’era prussiana.
Berlino è una metropoli in continuo cambiamento, le ragioni si trovano nei passaggi storici che l’hanno vista sempre protagonista. I quartieri di Berlino sono anche la testimonianza visiva di questi mutamenti.

 

I quartieri di Berlino

Torniamo quindi a come muoversi tra le zone di Berlino e cogliamo l’occasione per dirti che se stai per visitare Berlino, ti potrebbe interessare una delle nostre visite guidate. Tra l’altro, abbiamo pensato anche alla formula “crea il tuo itinerario di Berlino” proprio per darti la possibilità di scegliere ciò che preferisci visitare e costruire un itinerario proprio sulle tue esigenze.

Ad ogni modo, indipendentemente dai giorni che trascorrerai in citta, andare alla scoperta di alcuni quartieri di Berlino è imprescindibile tanto quanto andare a vedere la Porta di Brandeburgo e tutti gli edifici monumentali lungo il viale Unter den Linden.

In questa mini guida troverai una selezione dei quartieri più conosciuti che potrà esserti di aiuto nella scelta di quali visitare durante il tuo soggiorno a Berlino.

 

Kreuzberg: il quartiere alternativo

Kreuzberg è il quartiere a Berlino Ovest che durante gli anni del muro di Berlino (scopri il nostro Tour sul Muro di Berlino) si trovava al confine con Berlino Est.

È un quartiere con due volti molto diversi fra loro. Non è un caso che, fino ad oggi, i berlinesi distinguono fra Kreuzberg 36 e Kreuzberg 61. I numeri corrispondono ai vecchi codici postali in uso fino al 1993.
Negli anni ’70 e ’80 Kreuzberg è stato il zona di Berlino alternativa per eccellenza, in cui artisti, anarchici, punk, squatter e “Gastarbeiter” (“lavoratori ospiti”) turchi lo hanno caratterizzato fino ad oggi. Un luogo in cui fiorivano tantissimi locali abusivi e molti edifici furono occupati. All’interno dell’allora Berlino ovest, Kreuzberg era quasi una città a sé, chiusa su tre lati dal muro.

Dopo la caduta del muro, tutti i quartieri di Berlino hanno iniziato un processo di cambiamento radicale dovuto anche la gentrificazione. Nonostante ciò Kreuzberg ha mantenuto la sua struttura alternativa. Ci sono ancora locali e luoghi che sono nati in quegli anni come SO36, uno dei più famosi club berlinesi, Schokofabrik, il centro delle donne nato dalla occupazione di una vecchia fabbrica di cioccolato, Rauchhaus, la prima casa ad essere occupata nel 1971.

Da questa storia è nato anche il Kunsthaus Bethanien, importante centro culturale che si trova all’interno di un antico ospedale.
A Kreuzberg si trova anche un monumento-opera del più grande architetto prussiano Karl Friedrich Schinkel: il Kreuzberger che dà il nome al quartiere.
Il contrasto fra Kreuzberg 36 e Kreuzberg 61 si può notare anche solo passeggiando nelle due vie principali piene di bar e locali: Oranienstrasse e Bergammstrasse.
Nel nostro Itinerario 1 del Tour dei Quartieri ti portiamo nei luoghi più conosciuti e particolari di Kreuzberg.

 

Uno dei quartieri di Berlino

 

Friedrichshain: dove divertirsi a Berlino

È il quartiere a Berlino Est confinante con Kreuzberg. Testimonianze di ciò sono la East Side Gallery, la parte di muro originale più lunga rimasta riconoscibile dai magnifici murales e dal ponte Oberbaumbrücke, cosiderato il più bello di Berlino che durante gli anni della divisione era uno dei punti di passaggio fra le due città.

Negli anni della DDR Friedrichshain era contemporaneamente un quartiere industriale, quartiere bohemien e un quartiere monumentale.
All’interno del quartiere Friedrichshain si trovavano diversi complessi industriali quali:

  • la fabbrica delle lampadine Osram (durante la DDR diventa Narva);
  • RAW, il sito in cui si riparavano i treni e che in anni recenti è stato riqualificato a centro del tempo libero con innumerevoli discoteche, locali e associazioni sportive,
  • Fernheizwerk am Wriezener Bahnhof (centrale termica) e che oggi è la sede del club techno più famoso di Berlino il Berghain.

Negli anni del muro di Berlino, Friedrichshain aveva un mix di popolazione che includeva anche molti giovani studenti, artisti, alternativi che avevano così connotato il quartiere amministrato dalla DDR. Subito dopo la caduta del muro, Friedrichshain diventò il centro della “seconda ondata di occupazioni” in cui giovani dell’est e dell’ovest ne definirono una nuova immagine.

Friedrichshain ha anche un aspetto monumentale, perché è qui che il governo della DDR aveva fatto costruire l’imponente viale in stile sovietico: Karl-Marx-Allee (fino al 1961 si chiamava Stalinallee). Uno dei monumenti di Berlino che non può mancare in una lista delle cose da vedere assolutamente.

 

Uno dei quartieri di Berlino

 

Prenzlauer Berg: il quartiere pittoresco

È considerato uno dei quartieri più belli di Berlino. Quasi la totalità degli edifici di Prenzlauer Berg risalgono alla fine dell’800 e non è cosa comune a tutti i quartieri di Berlino.

Prenzlauer Berg è un quartiere di Berlino Est che rappresenta i radicali cambiamenti avvenuti dopo la caduta del muro e la riunificazione tedesca.

Durante la DDR, la maggior parte delle case erano in pessime condizioni e per questo molto più economiche che in altri quartieri di Berlino est. Per questo motivo molti studenti, artisti, attivisti politici, punk si concentrarono. In questo modo Prenzlauer Berg diventò il quartiere antagonista nel cuore della Berlino socialista e in cui si riunivano gruppi politici critici al sistema. Nei primi anni ’90 Prenzlauer Berg si anima di innumerevoli locali e case occupate, oggi si trovano ancora le tracce lungo il viale Kastanienallee.
Il processo di cambiamento e gentrificazione che ha toccato tutti i quartieri di Berlino dopo la riunificazione tedesca, ha trasformato Prenzlauer Berg in un quartiere molto richiesto. È ricco di case d’epoca ristrutturate e angoli pittoreschi come quello in cui si trova il Wasserturm (il sistema idrico a torre più antico di Berlino) oppure lo spettacolare Kulturbrauerei, in passato un famoso birrificio tedesco e oggi ospita attività culturali fra cui un museo della DDR.
Il processo di cambiamento ha riguardato anche la popolazione di Prenzlauer Berg, oggi è quartiere ambito da famiglie giovani (è la zona in Europa con il tasso più alto di natalità), da persone che lavorano nei media e nello spettacolo, accademici.

 

Uno dei quartieri di Berlino

 

Neukölln: il quartiere più creativo di Berlino

Questo quartiere di Berlino Ovest è diventato popolare negli ultimi 15 anni. Bisogna ricordare che, fino a quel momento, a quasi nessuno sarebbe venuto in mente di cercare casa a Neukölln. Quando gli affitti di Kreuzberg, Friedrichshain, e Prenzlazuer Berg in particolare, hanno iniziato ad aumentare costantemente, tanti giovani creativi e studenti si sono trasferiti a Neukölln che era molto più economico.

Conseguentemente, l’immagine del quartiere è progressivamente cambiata fino a diventare in poco tempo la zona più richiesta e di tendenza di Berlino.

Qui inizia la storia recente di Neukölln che ha raggiunto la fama di quartiere alternativo e vivace grazie ai tanti locali, bar, piccole gallerie d’arte, negozietti vintage, atelier di giovani designer. Con questo richiamo è diventato famoso a livello turistico anche il Wochenmarkt di Maybachhufer conosciuto come il Mercatino Turco che si tiene tutti i martedì e venerdì.

Il quartiere di Neukölln è un un insieme di luoghi ed atmosfere contrastanti ed allo stesso tempo ben amalgamate. Si passa da una atmosfera più occidentale nella parte che i berlinesi chiamano “Kreuzkölln” a quella araba che contraddistingue il viale Sonnenallee con i tanti negozi che offrono prodotti tipici di ogni genere, il profumo delle tante spezie e fino ad arrivare in un angolo sospeso nel passato ovvero a Rixdorf, l’antico villaggio boemo e tedesco che è l’origine di questo quartiere.

Vuoi scoprire meglio questo quartiere di Berlino? Abbiamo scritto un articolo apposito, leggi la nostra guida dettagliata su Neukolln.

 

Uno dei quartieri di Berlino

Credits: By Beek100 – Own work, CC BY-SA 3.0

 

Mitte: la Berlino Monumentale

Il quartiere di Mitte è erroneamente considerato dai turisti il “centro della città”.

Sicuramente è il centro monumentale in cui con una passeggiata lungo il viale prussiano Unter den Linden si vedranno una serie di celebri edifici monumentali fra i quali il Duomo di Berlino, l’Isola dei Musei (scopri cosa vedere sull’Isola dei Musei), patrimonio mondiale dell’UNESCO, l’Università Humboldt e la Porta di Brandeburgo.

Lungo Unter den Linden sono passati secoli di storia tedesca che sono racchiusi anche nel più antico palazzo storico del viale Zeughaus (l’arsenale prussiano) che ospita il Deutsche Historische Museum (il museo storico tedesco). La spettacolare Gendarmenmarkt con il Duomo tedesco e il Duomo francese. Il passaggio della dittatura del Terzo Reich di cui Bebelplatz è stata testimone con il funesto episodio del “Rogo dei libri” nel 1933 fino al moderno Memoriale dell’Olocausto.

Mitte è stato il centro della Berlino Est capitale della DDR (Repubblica Democratica Tedesca), testimonianza ne è Alexanderplatz o come viene chiamata dai berlinesi, Alex. L’esempio della architettura moderna socialista degli anni ’60 che culmina con il Fersehturm (Torre della TV) che con i suoi 368 metri è la costruzione più alta in Germania.

Ti potrebbe interessare: Storie Poco note della Torre della TV di Berlino.

Anche il quartiere di Mitte ha più volti e, come sempre a Berlino, sono ricchi di contrasti.

L’altro volto di Mitte non è monumentale, una zona di vie e edifici residenziali antichi caratterizzati dai cortili interni in cui si nascondono microcosmi pittoreschi. Gli Hackesche Höfe sono il più grande complesso di cortili interni in Germania. Questa zona di Mitte è famosa per i turisti con il nome di Antico quartiere ebraico (scopri il tour dedicato all’Antico Quartiere Ebraico) ed è qui che si trova la magnifica Nuova Sinagoga con la sua cupola d’oro scintillante.

 

Uno dei quartieri di Berlino

 

Charlottenburg: il vecchio centro di Berlino Ovest

Il quartiere di Charlottenburg è stata la città più ricca della Prussia prima di confluire nella “Grande Berlino” nel 1920 e diventarne così uno dei suoi quartieri. Un quartiere di Berlino che prende il suo nome dal Castello di Charlottenburg in ricordo di Sophie Charlotte moglie del re Federico I di Prussia.

È la zona di Berlino da sempre considerata la più borghese con i suoi splendidi palazzi residenziali dalle facciata piene di ornamenti. Lo storico KaDeWe (Kuafhaus des Westens), il grande magazzino del lusso aperto agli inizi del ‘900 era una testimonianza dell’opulenza del quartiere.

Passeggiando lungo il viale principale Kurfürstendamm, apprezzato dagli amanti dello shopping per i suoi tantissimi negozi dei più famosi brand internazionali, si incrocia la Gedächtniskriche (la Chiesa della Memoria) con il campanile che porta i segni dei bombardamenti durante la seconda guerra mondiale.
Durante gli anni del muro di Berlino, Charlottenburg è stato il centro di Berlino ovest e vetrina del mondo occidentale nella contrapposizione di sistemi della Guerra Fredda. Un esempio è l’Europa Center, il grande magazzino in stile americano degli anni ’60. Charlottenburg è conosciuto anche per lo Zoo di Berlino e l’omonima stazione dei treni che è stata l’ambientazione del film “Christiane F. e i ragazzi dello zoo di Berlino”.

Ti potrebbe interessare: La vita nella Berlino Ovest al di là del muro.

 

Uno dei quartieri di Berlino

 

Pankow: dove abitavano le cariche della DDR

Il quartiere di Pankow (Berlino Est) è immerso nel verde. Essp ha ancora un carattere antico grazie a diversi edifici come l’antica chiesa del villaggio da cui poi si è sviluppato l’odierno quartiere.

Pankow ha una un’atmosfera quasi rurale che ricorda il suo passato di amata località turistica della borghesia berlinese, prima di diventare parte della metropoli Berlino nel 1920. Testimoni di ciò sono le magnifiche ville e il Bürgerpark, uno dei più bei parchi storici di Berlino che offre al suo interno sculture, monumenti e idilliache piste ciclabile lungo le rive del fiume Panke.

Da qui si arriva ad un’altra area verde in cui si trova il Palazzo di Schönhausen costruito nel 1664. Questo palazzo è protagonista di un evento storico della storia contemporanea. Dopo la caduta del muro di Berlino, qui si è tenuta la tavola rotonda fra le quattro potenze che occuparono la Germania e le due Germanie (Repubblica Federale Tedesca e Repubblica Democratica Tedesca) per negoziare il Trattato sullo stato finale della Germania.
Immerso nel verde e lontano dai palazzi amministrativi a Mitte, nel dopoguerra Pankow divenne la dimora delle alte cariche dello Stato della DDR, una serie di ville disposte lungo una via ad anello chiamata Majakoswskiring.

 

Uno dei quartieri di Berlino

Pankow

 

Una visita guidata in Italiano? Scopri i nostri Tour.

Visiterai Berlino o ti piacerebbe visitare Berlino raccontata da italiani che vivono a Berlino e conoscono la città, la sua storia e soprattutto la cultura berlinese? Allora scopri tutte le visite guidate in italiano di Berlino che abbiamo creato proprio per te.

Lascia un commento





tredici + 8 =