BERLINO E LE TRACCE DEL NAZIONALSOCIALISMO

Scoprire Berlino seguendo le tracce rimaste dei terribili anni della dittatura nazionalsocialista può essere un modo per conoscere la città e una parte importante della storia. Sono andata nel quartiere di Schöneberg, perché lì quasi un po’ nascosta nascosta si trova la testimonianza del progetto megalomane di Hitler di trasformare Berlino in “Welthaupstadt Germania” (Capitale mondiale Germania). Si tratta dello Schwerbelastungskörper, un cilindro di calcestruzzo di oltre 12 mila tonnelate!

QUEL CHE RESTA DELLE AMBIZIONI DI HITLER

Le testimonianze della Berlino sotto la dittatura nazionalsocialista non si trovano, ovviamente, solo intorno alla zona monumentale di Unter den Linden o Wihlelmstrasse. Un esempio sono i vari bunker sparsi in città che sono stati integrati nel suo paesaggio urbano oppure completamente trasformati ad esempio: Reichbahnbunker FriedrichstrasseHochbunker Pallasstrasse, Flakturm Humboldthain, Volkspark Friedrichshain.

Questa volta sono andata alla scoperta dello Schwerbealstungskörper, in italiano sarebbe “corpo che sopporta un grande carico” e, come accade sempre durante le mie esplorazioni, mi addentro in zone che non conoscevo. Schöneberg è uno dei quartieri più conosciuti di Berlino, David Bowie e Iggy Pop hanno vissuto lì il loro periodo berlinese ma, come spesso accade, in realtà quella che viene battuta è solo una piccola parte di ogni quartiere. Per Schöneberg di solito si ha in mente la parte che gira intorno a Nollendorfplatz.

Attraversare quest’altra parte di Schöneberg è interessante in quanto completamente diversa da quella più conosciuta e turistica. Consiglio di proseguire a piedi una volta scesi dalla S-Bahn.

La storia dello Schwerbelastungskörper

Tornando allo Schwerbelastungskörper: si tratta di un mostro cilindrico di calcestruzzo di oltre 12mila tonnellate e alto 18 metri. Durante la fase di progettazione della nuova configurazione di Berlino in capitale “Germania”, fra il 1937 e il 1943 furono realizzati diversi studi e misurazioni per capire se il suolo di Berlino poteva sopportare l’edificazione di edifici monumentali.

Una delle costruzioni principali del piano di Hitler era quello di creare un asse nord-sud con un grande arco di trionfo. Per questo motivo fu eretto il gigantesco cilindro “Schwerbelastungskörper”. Se questo fosse sprofondato di meno di 6 cm, avrebbe voluto dire che il terreno era adatto per le costruzioni del progetto. I risultati non furono più controllati e anche il piano per la “nuova” capitale del Terzo Reich fu abbandonato per via della guerra.

Solo dopo la fine della seconda guerra mondiale si completò la misurazione e il risultato fu che il cilindro era sprofondato di oltre 19 cm nell’arco di due anni e mezzo!

Non è finita: lungo la via su cui si trova il Schwerbelastungskörper, troverete un’altra testimonianza unica della storia di quel periodo, le prigioni della SA di Pappestrasse

Schwerbelastungskörper e l’esposizione delle prigioni delle SA sono entrambi ad ingresso gratuito.

Schwerbelastungskörper

Genaral-Pape-Strasse/Loewenhardtdamm, al ponte Kolonnenbrücke

Come arrivare:

da Potsdamer Platz prendere la Linea 1 della S-Bahn direzione Potsdam e scendere alla fermata Julius-Leber-Brücke

Ingresso gratuito

Lascia un commento





10 + uno =