GLEIS 17, BERLINO E GLI ANNI DEL NAZIONALSOCIALISMO

Cosa si può vedere a Berlino riguardo la storia degli anni del nazionalsocialismo e ciò che ne è conseguito? Tanto, perché Berlino porta con se tracce e ferite dei vari periodi storici che hanno segnato la storia mondiale.
Ci sono monumenti e memoriali sparsi per tutta la città. Questa volta sono andata a visitare il “Gleis 17” (binario 17), oggi Memoriale per ebrei deportati nei campi di concentramento durante il nazionalsocialismo.
La stazione-memoriale dove si trova il Binario 17
Foto Andreas Praefcke CC BY 3.0
Il Memoriale “Gleis 17” si trova alla stazione di Grunewald, una zona immersa nel verde nel distretto di Charlottenburg-Wilhlemsdorf nella parte ovest di Berlino.
Da Alexanderplatz sono massimo una ventina di minuti prendendo la S-Bahn 7Grunewald è una tranquilla zona di Berlino con ville e villette con giardino, stradine, ristoranti e negozi tutto un po’ stile cartolina.
 

IL MEMORIALE GLEIS 17 E LE DEPORTAZIONI DEGLI EBREI

Dalla stazione di questo idillio urbano partivano i treni che hanno trasportato decine di migliaia di ebrei per il viaggio di non ritorno verso i campi di concentramento quali Theresienstadt o quello di sterminio di Auschwitz-Birkenau.Da qui, negli anni dal 1941 alla fine della guerra, più di 50.000 ebrei tedeschi furono deportati nei campi di lavoro e di concentramento e la maggior parte di loro fu uccisa.

Il memoriale Gleis 17 intende anche ricordare il ruolo centrale che la Reichsbahn (le ferrovie tedesche dell’epoca) hanno avuto durante il nazionalsocialismo.
Le piastre in acciao commemorative che si trovano sul Binario 17
Foto Andreas Praefcke CC BY 3.0

Nel processo di rielaborazione del ruolo nelle deportazioni delle ferrovie tedesche, la Deutsche Bahn AG aveva organizzato un concorso limitato. Il progetto vincitore è stato presentato dagli architetti Nicolaus Hirsch, Wolfgang Lorch e Andrea Wandel.

Il memoriale consiste in piastre di acciaio fuso incorporate nella massicciata della ferrovia. Su queste 186 piastre in acciaio con incise la data, il numero di ebrei deportati e la loro destinazione. Elecati in ordine cronologico. Parte del memoriale è anche la vegetazione che si è diffusa tra i binari: è un simbolo che nessun treno passera’ mai più su questo binario. Il memoriale Gleis 17 è stato inaugurato il 27 gennaio 1998 ed è aperto al pubblico.

L’effetto è davvero toccante e porta a riflettere.
L’atmosfera è particolare anche perché non c’è anima viva né orde di turisti con l’ovvia confusione che ne deriva.

Legato al tema di questo memoriale è anche il BücherboXX che si trova nel piazzale davanti alla stazione. Non posso che consigliare un passaggio alla stazione di Grunewald.

Il nuovo progetto: un campus commemorativo

La Fondazione Moses Mendelssohn vuole costruire un cosiddetto campus commemorativo adiacente al memoriale Gleis 17. Secondo le sue stesse informazioni, vi sarà costruita una combinazione di memoriale, struttura di ricerca e 150 appartamenti ammobiliati per gli studenti.

Si tratta di un investimento di 20 milioni di euro. La fondazione ha appena acquistato il sito da una filiale delle ferrovie federali tedesche.

Tra qualche anno, giovani scienziati dei media, specialisti IT, studenti di architettura, studenti di storia, studi culturali o letteratura si trasferiranno qui  e insieme svilupperanno nuovi concetti di memoriali per le generazioni future.

Uno spazio espositivo con un “laboratorio di storia” sarà poi creato anche nelle stanze del campus commemorativo: gli studenti delle scuole di ogni grado, potranno farsi un’idea dell’epoca nazista grazie all’installazione di monitor e alle stazioni di apprendimento interattivo. Un “Giardino dei Giusti” sarà creato nello spazio aperto intorno al dormitorio, sul modello del memoriale israeliano Yad Vashem: gli alberi commemoreranno le persone che nascosero gli ebrei durante il periodo nazista o li aiutarono a fuggire.

Termine dei lavori previsto nel 2025.

Gleis 17 Gedenkstätte: Stazione della S-Bahn Grunewald

Da Alexanderplatz prendere la S-Bahn 7 direzione Potsdam o Wannsee e scendere a Grunewald

2 commenti

  1. […] Berlino offre una serie infinita di curiosità e progetti originali. In questo caso le cabine telefoniche vengono riadattate a mini librerie! Il principio è quello dello scambio, si possono prelevare libri gratuitamente e portarne altri che si sono già letti, Il sistema del bookcrossing di cui avevo già scritto in merito al “Bücherwald“. A Berlino ci sono 8 BücherboXX, ovvero le cabine telefoniche-librerie. Sono andata a vedere quella che si trova all’uscita della stazione della S-Bahn di Grunewald nel distretto di Charlottenburg-Wilmersdorf (Berlino Ovest), perché è forse la più particolare in quanto legata al monumento alla memoria che ricorda le deportazioni degli ebrei nei campi di concentramento, il &#822…. […]

  2. […] ← Vorherige Nächste → […]

Lascia un commento





quattro + 13 =