La Street Art e il Muro di Berlino

Condividi quest'articolo
cosa vedere a Berlino

Opera di Blu a Kreuzberg

I CAPOLAVORI DELLA STREET ART A BERLINO

La Street Art si può vedere ovunque a Berlino. Su teli, facciate, nelle entrate delle case e sui muri, ma anche in posti in cui in genere non ci si aspetta alcuna forma di arte. L’arte in luoghi all’aperto affascina allo stesso modo sia i berlinesi che i turisti”. Questa è parte della presentazione che VisitBerlin, l’ente ufficiale del turismo a Berlino, fa della Street Art e fa comprendere quanto questa forma d’arte sia da tempo parte integrante del paesaggio berlinese. Le opere di Street Art sparse ad ogni angolo sono uno dei catalizzatori della città. Tutti i più famosi artisti, da Bansky a Blu, passando per El Bocho, XOOOOX e tantissimi altri da tutto il mondo hanno regalato ai muri berlinesi le loro opere.

cosa vedere a Berlino

Opera di Blu a Kreuzberg

Quest’anno a Berlino si festeggiano i 25 anni della caduta del Muro, e non è un caso che proprio il Muro abbia segnato l’inizio della Street Art in città. Il Muro che ha separato i berlinesi per 28 anni, costruito nel 1961, proprio per essere l’oggetto materiale della divisione, diventò subito il luogo su cui i berlinesi (dell’Ovest) esprimevano opinioni su un ampio spettro di problemi. Per tutti i 28 anni, il lato ovest del muro era famoso per essere coperto da murales. Dalla parte est il muro era “immacolato”, perché ai cittadini non era permesso avvicinarsi al confine. La East Side Gallery è la continuazione di tutto ciò ma con un cambiamento che rispecchiava l’evento del 1989, ovvero la caduta del Muro: i murales furono realizzati intenzionalmente sul lato est del muro.

Cosa vedere a Berlino

Recente murales di Jim Avignon sulla East Side Gallery

A RISCHIO DUE OPERE DI BLU, SCATTA LA PETIZIONE PER SALVARLE

Tutto bene quindi? No, non proprio. Oggi, se da una parte anche le istituzioni decantano la Street Art e l’industria turistica ne ricava profitti, Berlino rischia di perdere due delle più famose opere del genere che si trovano a Kreuzberg al confine con Friedrichshain. Sono opera del famoso street artist italiano Blu e che dal 2008 è tra le attrazioni più amate, tanto che anche le guide turistiche le segnalano tra i “monumenti” assolutamente da vedere a Berlino.

cosa vedere a Berlino

In questa area cadente che una volta segnava la fine dell’Ovest, testimone anche dell’antico passato industriale di Berlino, l’investitore Artur Süsskind progetta la demolizioni dei due edifici su cui si trovano le due opere di Blu per costruirci appartamenti, supermercati e altro. Come spesso qui a Berlino accade, sono gli abitanti in prima persona ad agire per salvare edifici e aree della città e si stanno raccogliendo firme per una petizione. Il sindaco del distretto appoggia l’iniziativa mentre il senato della città non ha ancora espresso un parere.

cosa vedere a Berlino

Opera di ROA, Prenzlauer Berg

Un altro esempio del genere è la East Side Gallery, la maggiore attrazione della città e che, nonostante sia sotto protezione dei beni culturali, è stata parzialmente rovinata per fare spazio alla costruzione di un palazzo proprio dietro il muro. Anche qui ad opporsi sono stati i cittadini. Ecco esempi critici di un’altra faccia della gestione della città e del suo patrimonio artistico, storico e culturale……nonché la base del boom turistico di questi anni!

Qui potete firmare la petizione per salvare le due opere di Blu

In questo video invece è lo stesso Blu a raccontare come nascono le sue opere!

Lascia un commento